Rito della cipolla per separare due amanti


 

Se ti sei imbattuta in questo articolo significa che hai qualche problema con il tuo compagno o marito (tranquilli anche voi uomini potete usufruire di questo rito se ne avete bisogno). Probabilmente stavi cercando delle soluzioni per allontanare una possibile rivale dalla persona che ami.Anche se questo rito ha molte varianti, nel senso che potete allontanare amici, amiche o chiunque vi crei problemi con una persona cara. Non necessariamente deve essere per forza il vostro fidanzato, potrebbe essere anche la vostra migliore amica per esempio.

Sei nel posto giusto come avrai ben capito, ma è mia premura avvertirti prima che tu ti metta all’opera che riti come questi non sono molto simpatici. Non spetta a me giudicarti, ma ad ogni modo ti invito ad utilizzare sempre il buon senso.

E’ un rituale di allontanamento, ciò significa che se qualcuno cerca di ostacolare il vostro rapporto d’amore o d’amicizia, potete allontanarlo definitivamente.

Anche voi che siete alle prime armi potete farlo, non richiede grande preparazione.

Ciò di cui avrete bisogno è :

1 cipolla rossa

2 pezzi di carta

1 penna nera

7 stuzzicadenti

SVOLGIMENTO:

Il rito non è assolutamente complicato e potrete svolgerlo in Luna calante possibilmente nel giorno di Marte, cioè martedì.

Prendete la vostra cipolla e con un coltello tagliatela a metà. Le due parti dovranno essere identiche.

Prendete due pezzi di carta piccoli e con la penna nera scrivete in uno il nome+ cognome + data di nascita di chi amate  e nell’altro seguite la stessa prassi per la persona che si sta intromettendo e crea disagio tra di voi.

I due foglietti verranno posizionati uno in una metà e l’altro nell’altra. IL posizionamento dei foglietti nelle due parti di cipolla è importante perché la parte scritta verrà adagiata proprio sulla cipolla. In questo modo quando i due foglietti si toccheranno all’interno si essa sembrerà come se i due si dessero le spalle a vicenda.

Riunite la cipolla con i 7 stuzzicadenti, mentre li conficcate esprimete la vostra richiesta (che litighino, che si separino per sempre, che si odino, ecc…). A questo punto dovreste seppellire la cipolla e dimenticarvene. Il senso di questo rito è che la cipolla marcisca. Marcendo porterà nell’oblio il rapporto tra i due.

Buon rito a tutti, Princess!

 

 

Esbat: Luna Piena del Castoro


moondance

Questo è il periodo del grande freddo, gli alberi dormono  e sono privi della loro folta chioma di foglie. I castori finiscono di costruire le loro tane che gli accoglieranno per il rigido e lungo inverno. Gli uccelli migratori hanno ormai spiccato il volo  da tempo verso zone più calde e confortevoli. Noi dobbiamo imparare a seguire questi lenti ritmi e ad osservare la desolazione che  in questo momento la natura ci offre in maniera serena. E’ tempo di guardarsi alle spalle e capire cosa abbiamo costruito ma soprattutto focalizzare la nostra attenzione in cosa abbiamo fallito. Dopo aver fatto questo breve bilancio, non c’è tempo per rimuginare sul passato, ma è il momento di riflettere e andare avanti verso nuovi obiettivi. Dobbiamo creare attorno a noi un ambiente confortevole, pacifico, sano e  carico di armonia. L’inverno è lungo e freddo e noi dobbiamo comunque creare una tana che ci scaldi anima e corpo e che ci doni felicità e positività. Potete compiere tutti quei rituali che bandiscono le negatività, il male, i blocchi, il passato, tutto ciò che ostacola il nostro percorso e poi potete dedicarvi a riti atti a rinnovare la vostra vita. 

Le domande che dovremmo porci in questo particolare momento dell’anno dovrebbero essere le seguenti:

  • Come faccio?
  • Cosa faccio?
  • Dove voglio andare?

 

Corrispondenze:

Nomi: Luna oscura, Luna della neve, Luna dell’edera

Colori: grigio, blu

Erbe: cardo, pepe, betonica, finocchio

Pietre e cristalli: Lapislazzuli, Turchese, Topazio      

Elemento: Acqua
Buon esbat a tutti!!!

Zuppa del Solstizio d’Inverno (Yule)


mestolo

 

Yule si avvicina aprendo le porte al gelido inverno. Come ho sempre detto non è un momento cupo ma di rinascita. Sarà per il freddo, insieme alle giornate cupe e nevose che alla fine si avverte un senso di malinconia. Ma ricordiamoci che a partire da questo momento in poi, anche se un piccolo passo per volta, la luce cercherà di dominare le tenebre. Per riscaldarsi e allietare il corpo  in questi momenti di gelo consiglio la zuppa magica del solstizio, da sorseggiare davanti al camino o in compagnia della propria famiglia.

 

Ingredienti:

  • 2 cucchiai di margarina ( o burro, che secondo me è più sano, ma nessuno vieta di utilizzare l’ancor più sano olio d’oliva)
  • 2 cipolle tritate
  • 2 carote tritate
  • 3 bicchieri di acqua
  • 2 patate sbucciate e tagliate a cubetti di 1-2 cm
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di prezzemolo
  • 1/2 cucchiaino di timo (secco o fresco)
  • 1 foglia di alloro
  • 2 bicchieri di latte
  • sale e pepe q.b

 

In una pentola capiente fate sciogliere il burro a fuoco medio e fatevi appassire le cipolle tritate per circa dieci minuti ( quando saranno diventate trasparenti significa che sono pronte).

Aggiungere le carote, patate, sale, acqua, prezzemolo, timo e alloro.

Adesso abbassate il fornello e fate cuocere per 30 minuti, avendo cura di mescolare il tutto di tanto in tanto. Trascorsi i 30 minuti, togliete la foglia d’ alloro.

Frullate il composto  con un minipimer o con un frullatore. Mescolare bene e aggiustare di pepe e sale qualora ce ne fosse bisogno.

La vostra zuppa da gustare durante il rituale  nel piccolo banchetto o in compagnia è pronta!!

Buon appetito

Princess