18 Marzo 2022: Luna piena in vergine concretezza e razionalità


Come abbiamo già detto nel precedente articolo, quest’oggi illuminerà il cielo l’ultima luna piena d’inverno.

Questa sarà una luna molto razionale. pratica, che non lascerà spazio a troppi fronzoli o sogni ad occhi aperti.

Ci si deve apprestare ad organizzare la propria vita in maniera razionale, senza andare troppo oltre con la fantasia. È bello sognare, ci permettere di accendere la miccia, la passione, ma è anche vero che bisogna sempre non fare mai il passo più lungo della gamba per evitare di prendere delle cantonate che rischiamo di pagare a caro prezzo.

Oltre ad essere il periodo delle grandi pulizie di primavera è anche il periodo del famoso detto : ” chi semina raccoglie”. Seminando bisogna prestare attenzione a tante cose. Bisogna cercare semi di buona qualità, eliminando quelli ammaccati, vuoti che potrebbero dare una resa infruttuosa.

Inoltre Sole è Plutone in sestile ci ricorderanno he è necessario riportare l’attenzione verso alcune situazioni irrisolte del passato. Non si può andare avanti senza aver chiuso tutte le altre porte. Voi sapere cosa è necessario chiarire per poter finalmente assaporare la libertà e eliminare le catene pesanti che vi imprigionano. È il momento di farsi forza, affrontare la situazione di petto, risdolverla e tornare a volare.

Felice plenilunio a tutti voi!!!

L

Oggi 18 Marzo 2022 Luna Piena del Verme, ultimo plenilunio d’inverno


Chiamata anche la Luna del vento, Luna della crosta, Luna del seme. Questo è  il periodo dei grandi obiettivi. Il periodo per ricominciare a pianificare  la propria vita. Dalle nostre azioni di oggi, deriva il raccolto di domani. 

Non a caso si usa dire: “le  grandi pulizie di primavera”, proprio perché questo è  il momento  di eliminare il superfluo e tenere con noi solo le cose importanti. Si allontana ciò che non ha più nulla che fare con noi  e si cerca qualcosa di più affine  al nostro stile di vita.

Ottimo periodo per svolgere tutti quei riti che hanno a che fare con il denaro,il lavoro e il successo personale.

CORRISPONDENZE:

COLORI : giallo, verde

ERBE: lavanda, timo, betonica comune, radice di ipomoea jalapa ( la famosa radice John the Conqueror )

PIETRE: acqua marina, eliotropia

ELEMENTO: Acqua

Rito per fare pace con una persona a cui tenete tanto


Capita a tutti di litigare con qualcuno che per noi è  molto importante.  E capita spesso di pentirsi amaramente  di aver preso parte a questo inutile  e brutto teatrino che ci fa stare tanto male perché  amiamo la persona, le vogliamo bene e ci rattrista perdere questo rapporto.

Il rituale che vi descrivero’ va svolto per sette giorni in luna CALANTE (domani 19bmarzo potrete già agire) . È  semplicissimo. Vi occorreranno solo due ingredienti:

⛥1 candela blu
⛥incenso di lilla’ (se non lo avete  potete optare per un incenso alla mirra per esempio ma se trovate gli stik  o foglie essiccate di questa pianta o fiori da bruciare nel carboncino è  decisamente meglio)

Accendete l’incenso e poi la candela. Rilassatevi, fate un bel respiro profondo e iniziate a parlare con la persona con cui avete avuto il conflitto. Visualizzatela,  immaginate sia li davanti a voi e chiedetele  scusa. Anche se siete voi dalla parte della ragione o magari ha iniziato lei il conflitto, voi dite che vi dispiace  tanto, che è  tutto passato e dimenticato, che è  importantissimo  per voi continuare questo amore o amicizia. Dite tutto a parole vostre, facendovi guidare dai vostri sentimenti. Quando avrete finito dite queste parole:

” Io blocco tutte le avversità  nella mia direzione

Io rifletto solo amore e guarigione  verso di te.

Io posso essere perdonato per ciò che ho fatto.

Anche io perdono te!”

Prendete del tempo per riflettere  sulla situazione.  Ponetevi domande come : qual è il mio ruolo in questa discussione?  Perché voglio fare questo rito, qual è lo scopo di tutto questo? Mentre fate il rito cercate di capire dove avete sbagliato e cosa potete fare per sanare la situazione. Affrontate tutto con l’amore nel vostro cuore e sarete certi di non sbagliare.

L’ultimo dei sette giorni dovete soffiare sulla candela per sigillare il rito. Mettetela dentro un vasetto in cui avrete messo dell’acqua, chiedetelo bene e seppellitelo stando attenti a non romperlo.

Buona fortuna!

☽Note☾:

Ovviamente il mio consiglio  è  di usare una sette Dias (cero) che rimarrà accesa sette giorni, in modo tale che l’ultimo giorno  possiate semplicemente  spegnere e seppellire  il tutto.
I giorni prima del settimo dovrete semplicemente  visualizzare  la persona, chiedere scusa come spiegato nel rito,ripetere la formula e  riflettere sulla situazione per cercare di risolvere il problema. Se non volete lasciare accesa sempre la candela fatela bruciare a sessioni di 20 minuti al giorno avendo cura di spegnerla con le dita inumidite o con uno spegni moccolo che potrebbe essere anche un cucchiaio.