Chiedi, Credi, Ricevi


queen

Tutti noi abbiamo bisogno di realizzarci nella vita. Purtroppo la società non ci aiuta. Un giorno è la crisi, il giorno dopo la religione cristiana per la quale denaro, successo,  sesso appartengono al maligno.Poi  le altre discipline che ormai si sono radicate nel nostro quotidiano, ci insegnano ad abbandonare l’ego per evitare di far karma. Non abbiamo mai modo di esprimere noi stessi, perché veniamo continuamente bombardati da sensazioni negative, di disfatta, sopraffazione, incompetenza e così potrei continuare all’infinito.

Cosa c’è di male nel desiderare dei soldi ( molti soldi), un avanzamento di carriera, il successo, l’abbondanza, l’amore  e goderci questa sola vita ci è stata donata? Perché pensare al paradiso o alla prossima vita, se non riusciamo a vivere il presente ?

Probabilmente  non c’è proprio nulla di male nel vivere la vita intensamente, anche se potremmo essere tacciati di egoismo ed ingordigia. Siamo stati cresciuti con un immagine di abbondanza distorta, in cui è sbagliato averla ma si sta male senza.

Tutti continuano a sostenere che chiedono, ma non ottengono mai nulla. Credo sia scontato l’insuccesso, perché siamo sempre preoccupati  e ci diamo dei perdenti ancor prima di iniziare.

Premetto che è un discorso molto particolare e un concetto un po’ complesso da applicare nella vita quotidiana se non si è abituati a vivere positivamente.

Quello che ci allontana dai nostri desideri è proprio il sentimento. Dobbiamo sentirci ricchi, amati e all’altezza di arrivare al successo.

Tutto questo si complica se non abbiamo mai vissuto e provato sensazioni simili.

Il mio consiglio è sempre quello di guardare film che riportino per filo e per segno il percorso che vogliamo affrontare. In questo caso,il nostro cervello in automatico si immedesimerà nella storia, coinvolgendoci in quel determinato sentimento.  Leggere libri, è un modo altrettanto interessante per aiutarci a sviluppare determinati sentimenti, aiuta ad immedesimarsi nella storia e a vivere quel percorso con la mente per poi proiettarlo nel nostro quotidiano.

Chiedere è la parte più semplice, non si deve far altro che mettere per iscritto il proprio desiderio e il gioco è fatto.

Crederci, come vi spiegavo, è la parte più complessa, perché dovete provare dentro di voi quel sentimento. Come ad esempio le farfalle nello stomaco dell’amore, la gioia infinita di aver raggiunto un obiettivo, l’agiatezza di chi conduce una vita di sfarzo. Cose che, se non sono mai state provate, è un po’ difficile immaginarle, per cui dobbiamo ricrearci in questo contesto.

Cosa fate voi per provare tutte queste emozioni? se non riuscite a provare quel sentimento o sensazione, la visualizzazione da sola, senza il coinvolgimento non vi sarà di grande aiuto.

Molti vorrebbero un lavoro ben retribuito, ma come fanno ad ottenerlo se continuano a parlare di crisi, bollette e debiti? Non necessariamente dovete dipendere da qualcuno per lavorare, c’è chi ha guadagnato milioni  di euro scrivendo un blog. Dobbiamo ammettere che in alcuni casi, anche la cosa più stupida può essere una fonte di ascesa verso il successo.

L’amore, è un sentimento bellissimo, ma poco possiamo fare se continuiamo a immedesimarci in storie strappalacrime, difficili, senza lieto fine. Tutto dipende da ciò che proviamo, se ci sentiamo sole, affrante, perse e inutili, otterremo dalla vita tutto ciò.

Il segreto è solo questo, senti, prova dentro di te il coinvolgimento, l’amore, la ricchezza e  la soddisfazione. Se otterrete un piccolo traguardo, non sarà difficile ottenerne uno ancora più grande.

Il quaderno della gratitudine, per esempio è un ottimo esercizio. Ogni giorno, prima di andare a dormire, scrivete tutte le cose positive che vi sono accadute e per cui siete  davvero grati.

A poco a poco, inizierete a notare che anche i gesti più scontati, sciocchi,  come una persona sconosciuta che vi augura il buongiorno, possono rivelarsi delle grandi benedizioni. Si inizia da poco e poi si arriva a pensare: se sono riuscito ad ottenere 10, posso prefiggermi di ottenere 15, poi 20, 25 e così via.

Spero che questo articolo possa essere uno spunto riflessivo per chi in questo momento ha perduto la bussola. Ci vuole davvero poco per cambiare vita, basta solo provarci.

Princess

 

Advertisements

8 Risposte

  1. Sei un mito princesses. Pienamente d’accordo su quasi tutti i tuoi discorsi. Che la Dea ti benedica 🙂

  2. Mi piace questa filosofia. Ho parecchi libri che ne parlano, è stata una scoperta e ci voglio credere…ma è proprio vero…la seconda parte è di difficile applicazione almeno per me di sicuro…crederci sempre sempre in ogni momento della giornata senza nutrire il minimo dubbio e la minima paura è complicato perché purtroppo fermare i pensieri che ci arrovellano la mente è difficile!!!! Comunque ogni tanto continuo a provarci chi lo sa….😉

    1. Il tuo discorso non fa una piega, a furia di provare e riprovare si può sempre riuscire a d arrivare alla meta prefissata.

    2. molto difficile crederci, pero non è impossibile. Io alla mia magia credo sempre, e anche se non ho mai ottenuto al 100% i miei desideri, qualcosa di bello ottengo sempre in minima quantità e quindi ad ogni rito credo sempre di più 🙂

  3. Ciao Princessmy, adoro il tuo blog e seguo la tua pagina fb. Sono pienamente in accordo con le tue parole di questo post. Parole belle, parole sagge, parole vere ed illuminanti. Io ho iniziato da poco (cercando di coinvolgere anche i miei cari) a riempire il Vaso della Felicità. Sono molto soddisfatta di me perché in pochi giorni é a metà livello…si perché grazie alla spiritualità che sto inseguendo, i miei sensi sono ancora più arguti e mi rende felice il solo fatto di vedere la Luna al mio risveglio… buona vita a tutti!

  4. Ciao a tutti! Ho bisogno di qualche magico consigli. Sto vivendo una stranissima situazione, che sta portando tanta sofferenza nel mio cuore. Qualche mese fa conobbi una ragazza e nel giro di pochissimo tempo siamo diventati migliori amici. Eravamo molto affezionati l’uno con l’altro, ma ahimè un mesetto fa improvvisamente non si è fatta più. Mi è stato detto tramite altri che non ne vuole più sapere di me e proprio ieri vengo a scoprire che si è trasferita dalla sua città ed è andata a vivere da un’altra parte. Testimonianze mi dicono che quando sente il mio nome si mette quasi a piangere; perciò mi domando se è possibile che qualcuno abbia operato maleficamente contro il nostro grande rapporto di amicizia che definivo indistruttibile, dato che sento un allontanamento da me poco comprensibile sia da parte mia, sia da parte sua. A questo punto se ha taciuto, penso che lei provi qualcosa di più di un’amicizia e vuole solo dimenticarsi di me per non soffrire in mia assenza. Le ho chiesto spiegazioni, ma non ho ottenuto alcuna risposta.Dopo questo lungo papiro, vorrei avere un consiglio su quale rito potrei fare per avere risposte da lei sulla sua lontananza e su un riavvicinamento amichevole, dato che la sua assenza mi fa stare sempre male. Grazie in anticipo :-*

    1. * non si è fatta più sentire

Scrivi qui il tuo commento, grazie!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: