El Santo Niño de Atocha


El Nino de Atocha  è una particolare riproduzione di Gesù Cristo nelle vesti di un giovane ragazzo che indossa un mantello da  pellegrino e un cappello stile 16 ° secolo. Egli porta con se un cesto contenente del cibo, un bastone, una borraccia fatta di  zucca  e un covone di grano.

Solitamente viene rappresentato seduto su una sedia, spesso con vasi di fiori abbinati  posizionati alla sua destra e alla sua sinistra.

E’ ababstanza famoso in Spagna e nei paesi dell’America centrale e del Sud, una volta conquistata e colonizzata dalla Spagna.

Alcune persone nella Santeria Cubana lo considerano un simbolo dell’ Orisha Ellegua, una delle Sette Potenze africane.

LA SUA STORIA

Quando i Mori conquistarono la città di Atocha, Spagna, nel 1400, imprigionarono tutti i cristiani lascinadoli senza acqua e cibo. Sarebbero tutti morti  per la fame e per la sete, ma grazie a un ragazzino,vestito come un pellegrino, che apparve loro nella prigione ogni giorno con un cesto di cibo, un po ‘di grano per il pane, e una zucca piena d’acqua, essi poterono salvarsi. Quando i Mori furono espulsi, i cristiani sono stati liberati. Fu così che associarono il bambin Gesù al famoso bambino che gli aveva salvato la vita.

Negli anni successivi El Nino  è apparso di nuovo in prossimità di Atocha, dove ha eseguito altri miracoli, come porre fine a uno stupro in corso.

Oggi egli è venerato come patrono speciale per coloro che sono in carcere, che vivono sotto regimi di tortura politica, i clandestini, le vittime di reati tra cui stupro e rapimento, coloro che hanno problemi  giudiziari di qualsiasi natura,  coloro che, in virtù delle circostanze, richiedono un  aiuto dall’esterno per aprire una sorta di tunnel verso la luce.

Il suo colore è il giallo

I suoi doni dopo aver ricevuto la grazia sono caramelle e giocattoli.

 

LE SUE PREGHIERE

 

Oh Bambino Miracoloso di Atocha!
Volgi il Tuo sguardo misericordioso sul mio cuore turbato, così incline alla pietà.

Sii amorevole  con la mia preghiera, e concedimi questi favori per i quali ardentemente ti imploro:

(Menzione le  vostre richieste).

Porta lontano da me  ogni afflizione e disperazione, tutte le prove e le disgrazie da cui sono oppresso.

Per amor tuo Sacro di infanzia, mandami ora la consolazione, l’aiuto e la grazia. Io ti loderò con il Padre e lo Spirito Santo, nei secoli dei secoli. Amen

O Divino Bambino di Atocha, ti prego di ascoltare la mia preghiera, e concedimi la grazia che ti ho richiesto.