ORAZIONE A SAN GIUSEPPE PER CHIEDERE UNA GRAZIA


te/san_giuseppe28.jpg

Questa che segue è un’altra preghiera di uso generico rivolta a  San Giuseppe.  Può essere utilizzata quando si sente il bisogno in questioni di denaro, immobiliari o quando la morte è vicina e si desidera avere un dolce e sereno trapasso ( per se stessi ma anche per i nostri cari o per chiunque desideriate).

Oh San Giuseppe,

     La tua protezione è così grande, così forte,
     Così pronta davanti al trono di Dio,

     In te ho posto tutti i miei  interessi e desideri.

     Oh San Giuseppe,

   Assistimi con la tua potente intercessione

E ottienimi dal tuo divin Figlio ogni benedizione spirituale,

Per mezzo di Gesù Cristo, Nostro Signore,

Così che, dopo aver impegnato qua giù il vostro potere celeste,

Posso offrire il mio ringraziamento ed omaggio al più amorevole dei Padri.

 Oh San Giuseppe,

non mi stancherò mai di contemplare Te,

E Gesù addormentato tra le tue braccia,

Io non oso avvicinarmi mentre lui riposa vicino al tuo cuore.

Insisti a nome mio e bacia la sua bella testa per me

E chiedergli di restituirmi il bacio il giorno del mio ultimo  respiro.

 San Giuseppe, Patrono delle anime in partenza, prega per me. Amen.

PREGHIERA A SAN GIUSEPPE PER RICHIEDERE UN POSTO DI LAVORO


(è bene utilizzare questa immagine se notate c’è disegnato il piano di lavoro di San Giuseppe)

Come ho già spiegato nell’articolo precedente, San Giuseppe viene invocato anche per trovare lavoro. Riguardo a ciò bisogna fare una premessa. Di solito, associato alla preghiera di San Giuseppe viene pregato il santo Patrono del lavoro che voi state cercando. Ad esempio, potreste pregare S.Giuseppe per trovare il lavoro in via del tutto generica e associare una preghiera a Santa Barbara che, essendo la Santa Patrona degli  architetti, vi aiuterà a trovare un lavoro in questo settore. Se volete fare il macellaio pregherete  S.Antonio associato sempre a San Giuseppe. In poche parole uno vi spiana la strada per il lavoro mentre l’altro vi fornisce il lavoro specifico che voi desiderate.

Questa preghiera che  scriverò qua sotto è quella dedicata a San Giuseppe:

  Caro San Giuseppe, come sei stato
    una volta di fronte alla responsabilità
    di fornire le necessità della vita a Gesù e Maria,
    guarda con paterna compassione verso di me
    nel mio attuale bisogno di mantenere la mia famiglia.

    Ti prego, aiutami a trovare un lavoro retribuito molto presto,
    in modo che questo pesante fardello di preoccupazione
    verrà tolto dal mio cuore
    e presto sarò in grado di provvedere
    a coloro che Dio ha affidato alle mie cure.

    Beato San Giuseppe, patrono di tutti i lavoratori,
    ottienimi la grazia di lavoro.

    Aiutami ad essere coscienzioso nel mio lavoro
    così che io possa dare totalmente cio’ che ho ricevuto.
Fa che io possa lavorare  in uno spirito di gratitudine e di gioia,
 sempre consapevole di tutti i doni che ho ricevuto da Dio
    che mi consentono di vivere serenamente.

Permettimi di lavorare in pace, pazienza e moderazione,
    tenendo a mente il conto che  devo presentare un giorno
    di perdite di tempo e talenti inutilizzati, in modo fatale per l’opera di Dio.

    Glorioso San Giuseppe,

il mio lavoro può essere
    tutto per Gesù,
    tutto per mezzo di Maria,
    e tutto dopo il tuo esempio,

santo nella vita e nella morte.

Amen

PREGHIERA A SAN GIUSEPPE PER VENDERE UN IMMOBILE


San Giuseppe, in ambito cristiano-cattolico, viene invocato per assicurare la dolce morte a qualcuno, ma nel resto mondo, soprattutto quello magico, lui è il Santo Patrono delle questioni immobiliari. Inoltre, San Giuseppe lavorator, è colui che aiuta le persone a trovare lavoro.

La ragione di tutte queste antiche credenze è dovuta al fatto che lui era un falegname che tramandò il suo lavoro al figlio Gesù, in modo tale da garantirgli un futuro stabile.

L’usanza era quella di seppellire nel giardino della casa in vendita una statuina di San Giuseppe a testa in giù con la faccia rivolta verso est. Questa usanza era famosa già nel 1930, soprattutto negli U.S.A. Questo perchè, molti sicialiani approdarono negli States in cerca di lavoro. Per loro San Giuseppe era un Santo molto importante in quanto gli salvò da una forte carestia  grazie a un ottimo raccolto di fave e alla pesca. Tutt’oggi per il giorno di S.Giuseppe si usa preparare un piatto di fave in onore al santo e lasciare un piatto di fagioli crudi esposti per lui.

Una delle usanze più semplici è quella di prendere sette dei fagioli esposti il giorno di San Giuseppe, metterli in tasca e tenerli per sette giorni, dopo di che si gettano in acqua corrente ( intesa come un fiume), sopra la spalla sinistra mentre si esprime un desiderio.

Se al contrario, invece, si volesse comprare casa o affittarla, dovreste affidare le vostre preghiere alla Madonna di Loreto.

Il rito che vi andrò a descrivere è dedicato a San Giuseppe per la vendita di un immbole, va bene anche per le vendite online.

Occorrente:

  • 1 candela di colore giallo: vi ricordo che potreste prendere una giarrina di vetro in cui potreste inserire la cera e fabbricarvi da voi la candela. Dopo di che potreste attaccare nella giarra di vetro l’immagine di San Giuseppe, in questo modo avrete costruito il vostro cero votivo. Se osservate  con attenzione la foto sopra, capirete cosa intendo.
  • 1 palettina; ( per scavere la fossa in giardino o in un vaso bello grande)
  • 1 Satuetta di San Giuseppe;
  • 1 Stampa di San Giuseppe: va benissimo una foto anche stampata dal pc che metterete in una cornice.
  • Olio benedetto;
  • 1 immaginetta del santo benedetta: ricordo che c’è enorme differenza tra l’immaginetta e la stampa di San Giuseppe. La stampa vi serve per incorniciarla, mentre l’immaginetta vi serve in  quanto è benedetta e la dovrete porre tra i vostri documenti immobiliari. Non potete fare a meno dell’uno o dell’altra in questo rito.

Svolgimento:

Ricordo che questo rito viene utilizzato per vendere in maniera rapida un immobile o altri beni. Incorniciate la stampa che deve essere grande quanto una foto standard.  Dal giorno prima avrete preparato il vostro cero votivo nel seguente modo: mischierete alla cera l’olio benedetto ( meglio se in una chiesa dedicata al santo) e tre olii essenziali ( se non avete gli oli essenziali potreste mettere all’interno del cero anche le erbe o la polvere) rispettivamente di: chiodi di garofano, cedro e cannella.

Adesso andate nell’immobile che volete vendere, accendete il vostro cero votivo, più è alto meglio è. Mentre la candela inizia a bruciare appendete in un punto visibile ai possibili acquirenti il quadro di San Giuseppe.

Nascondete in santino tra i vostri documenti immobiliari. Prendete l’olio e spruzzatelo o spalmatene un pochino nei 4 angoli di ogni stanza, in ogni cornice delle finestre, in ogni stipite della porte e nella stampa incorniciata che avrete appeso.

Dopo che avrete fatto tutto ciò, prendete la statuina di San Giuseppe in mano e recitate la seguente preghiera:

O, San Giuseppe,
Tu che hai insegnato a Nostro Signore
il mestiere di carpentiere,
e facesti in modo
che egli fosse sempre adeguatamente alloggiato,
ascolta seriamente la mia supplica.

Voglio che tu mi aiuti ora
come hai aiutato il tuo figlio adottivo  Gesù,
e come hai aiutato molti altri
in materia di alloggi.

Vorrei vendere questa [casa / proprietà]
in modo rapido, semplice e redditizio
e ti prego di concedere il mio desiderio
portando  a me un buon compratore,
desideroso, conforme e onesto
e fa si che nulla impedisca
la rapida conclusione della vendita.

Caro San Giuseppe,
So che faresti questo per me
dalla bontà del tuo cuore
e nel tuo tempo debito,
ma la mia necessità è molto grande ora
e quindi devo farti fretta
a nome mio.

San Giuseppe,
  sono in una posizione difficile
con la testa nelle tenebre
e si soffre come Nostro Signore ha sofferto,
fino a che questa [casa / proprietà]non sarà venduta.

Poi, San Giuseppe, lo giuro
davanti alla croce e a Dio Onnipotente,
che io ti riscatterò
e riceverai la mia gratitudine
e un posto d’onore nella mia casa.

Ora prendete la statua di San Giuseppe e scavate una buca nel giardino di casa.  Se non c’è cortile , scavate un buco in un grande  vaso.  Seppellire la statua a testa in giù  verso est ( il volto del santo deve essere rivolto ad est) e coprite il tutto. Lasciate che la candela bruci continuamente dentro fino a che non si spegne da sola.

Quando la proprietà sarà venduta, si deve scavare per riprendere  la statua, pulirla e portarla con voi per la vostra nuova casa, dove dovrebbe essere tenuta in un posto d’onore. In caso contrario, questo porterà  problemi con la vendita o la difficoltà con la nuova casa o una proprietà.