Rituale di slegamento-legamento


https://i1.wp.com/www.ilgazzettinolocale.com/Gazzettino/images/stories/ilgazzettinolocale/cimitero.jpg

Premetto che io non sono a favore degli slegamenti se non in casi estremi, ma questa magia ha suscitato la mia attenzione proprio perchè era da un po’ che cercavo uno slegamento-ritorno. Scusate il termine “slegamento- ritorno” ma non sapevo proprio che nome attribuire a questo genere di rituale . Di solito, una persona che vuole riavere la l’amato/a al proprio fianco, dovrebbe effettuare un rito di slegamento, attendere i mesi necessari affinchè la coppia scoppi e poi procedere con un ulteriore rito di legamento . Il procedimento è assai lungo e richiede un dispendio di energie abbastanza elevato, senza contare che il tempo di attesa sarebbe notevole e quindi si rischiano di fare dei pasticci. Mettiamo in conto che, molte ragazze, si cimentano ad effettuare certi riti  per lo più in preda alla disperazione e al dolore. RICORDATE CHE IN SIMILI CASI é BENE NON AGIRE MAI .
Quello che  stavo cercando, era un rituale che facesse tutto da se quindi che allontanasse la persona  intrusa nella coppia (quindi l’amante) e che allo stesso tempo riavvicinasse la persona amata a noi.
Non è stato facile trovare un rituale semplice e fattibile, tra l’altro anche questo non è che sia di una semplicità mostruosa ma non è nemmeno così complesso soprattutto per chi è ad un livello avanzato.
Questo rituale l’ho trovato casualmente in uno dei libri di Annuphys ” Il martello della strega”, percui ho deciso di riproporvelo ricordandovi che non si scherza e che comunque non è carino utilizzare questo tipo di ritualistica per ripicca o per vendetta .
Buona lettura!!!

Questo rituale si chiama ” Il sortilegio dei tre quadrati di carta”. I materiali sono piuttosto reperibili, ma è la parte finale un po particolare perchè come avrete ben nototato in molti rituali atti a slegare c’è sempre la location cimitero! Ecco la location cimitero per molte/i di noi è abbastanza macabra ma soprattutto sembra quasi un violare la pace perpetua dei defunti. Comunque le antiche streghe procedevano in questo modo ed è bene rispettare le loro tradizioni ed i loro modi di agire.

Come  vi dicevo i materiali da utilizzare sono abbastanza facili da trovare e sono:

2 pezzi di carne di muscolo che pesino due etti l’uno;
3 quadrati di carta ( di cui uno nero, uno bianco ed uno rosso);
un incenso che richiami l’amore (quindi propizio a venere);
la foto dell’amato;
delle spine di rosa ( molte spine);
degli spilli dalla testina di colore nero( molti spilli anche in questo caso);
incenso saturniano ( cioè propizio a saturno).

Questo rituale lo dovrete svolgere un giorno in cui la luna è in ultimo quarto e i materiali sopra citati li dovrete procurare proprio in questa fase. Infatti la strega in questione si procurava i due pezzi di muscolo il giorno stesso più i tre quadrati di carta con i vari incensi e le spine.
Fatto ciò inizierete la notte a svolgere il rituale, ricordate che è sempre bene svolgere i riti dopo le 22 ma soprattutto quando sarete sicuri di non essere disturbati da nessuno. Quindi spegnete cellulari, staccate computer e telefono di casa e assicuratevi che tutti dormano ( se lo svolgete in casa se invece lo svolgete all’aperto recatevi in un luogo poco trafficato per non essere distratte/i).
Prendete i 3 quadrati e metteteli accanto voi, il primo che utilizzerete è quello di colore bianco dove scriverete con dell’inchiostro nero il nome e cognome dell’amante per 3 volte.
Sul quadrato nero invece scriveva con dell’inchiostro di colore bianco il nome della moglie o fidanzata a cui era stato rubato l’uomo.
Nel quadrato rosso scriveva in bianco sia il nome della moglie stessa che quello dell’amato il tutto sempre per 3 volte.
A questo punto si prende il quadratino rosso e quello nero e si espongono ai fumi dell’incenso amatorio o venusiano e si ripetono i nomi scritti all’interno dei due quadrati.
Prendete adesso la foto dell’uomo che voi amate e esponete anch’essa ai fumi dell’incenso d’amore e trafiggete la foto all’altezza del cuore della persona con una spina di rosa e dite queste parole:

<< Spina spinosa,
spina di rosa.
Che questo cuore ( nome dell’amato)
ritorni alla sposa! >>.

Adesso prendete uno dei due pezzi di carne e in mezzo deponeva sia i due quadrati ( nero e rosso) più la foto dell’uomo ripiegava la carne su se stessa e sigillava il tutto con delle spine di rosa.

Ora si prosegue con il quadrato bianco dove c’è scritto il nome dell’amante e lo si espone ai fumi dell’incenso saturniano dicendo le seguenti parole:

<< ( nome della rivale) possa tu separarti
e allontanarti da ( nome dell’uomo).
Come il sangue esce
dalle tue vene aperte >>.

Adesso deponete nel mezzo dell’altro pezzo di carne questo quadrato bianco ripiegate la carne come avete fatto precedentemente ma questa volta sigillatela con degli spilli con la testa di colore nero.. molti spilli.

A questo punto sempre di notte si recava nella tomba di Cecilia Metella e sepelliva il pezzo di carne con la foto dell’uomo accanto alla sua tomba ( chi vive a Roma può fare la procedura esatta come questa antica strega chi invece non vive a Roma si dovrà accontentare di sepellire la carne in una tomba normale purchè sia distante dall’altro pezzo di carne).
Mentre lo si sotterra si dovrà recitare questa formula:

<< Quando questa carne marcirà,
il tuo corpo e il tuo cuore
a ( nome moglie) ritornerà
(nome dell’uomo) che non possa
vivere lontano da ( nome moglie)
finchè tu non tornerai,
la testa dolere ti deve!
E il tuo cuore soffrire le pene. >>

Poi la strega andava nei pressi di un’altra tomba e seppelliva l’altro pezzo di carne dicendo quest’altra formula:

<< Quando questa carne marcirà
( nome della donan rivale) nella terra ti dissolverai e
lontano da ( nome dell’amato)
per sempre rimarrai >>.

Ora, questo rituale è assai forte e abbastanza crudele verso l’amante in questione che si troverà per sempre allontanata da quest’uomo ma nel libro c’è scritto questa strega si basava sull’eterna regola dell’equilibrio magico ” da una parte toglieva dall’altra ridava” .
Maneggiate tale rito con attenzione e evitate di farlo. Sono rituali Molto antichi e sono affascinanti da leggere ma comunque se potete evitare di farli è sempre meglio per voi .

Fasi Lunari Luglio 2011


Venerdì 1 Luglio 2011 alle h 1o.53 LUNA NUOVA;

Martedì 5 Luglio 2011 alle h 3.38 FALCE CRESCENTE;

Venerdì 8 Luglio 2011 alle h 8.29 PRIMO QUARTO;

Lunedì 11 Luglio 2011 alle h 14.16 LUNA CRESCENTE;

Venerdì 15 Luglio 2011 alle h 8.39 LUNA PIENA;

Martedì 19 Luglio 2011 alle h 2.35 LUNA CALANTE;

Sabato 23 Luglio 2011 alle h 7.04 ULTIMO QUARTO;

Mercoledì 27 Luglio alle h 8.53 FALCE CALANTE.

 

Il giorno 1°Luglio ci sarà un’Eclissi parziale di Sole (centralità alle h1o.38). Essa sarà visbile dall’Oceano Indiano Meridionale.