Rituale per la notte di Yule ( dal 19 al 23 Dicembre).


“In questo nostro momento di quiete, Non dobbiamo parlare, Perchè le voci, Sono dentro di noi. Non dobbiamo camminare, Perchè la terra. E’ il nostro momento di quiete, Riposiamoci con la Natura.”

Dal 19 al 23  Dicembre sono i giorni in cui si festeggia Yule, cambiano in base al calendario gregoriano. Queste saranno le notti piu lunghe dell’anno prima che, in modo molto lento, la natura si prepari ad accogliere la meravigliosa primavera. Partendo dall’alba del solstizio, il sole, sta nel cielo un pochino di più ogni giorno.I nostri antenati celebravano con gioia questo giorno poichè si dava il benvenuto al Re Sole, colui chegenera la vita a riscalda la Terra congelata.In questo giorno infatti venivano accesi dei grandi falò e  si brindava con il sidro. I bambini venivano portati di casa in casa con dei doni tipici del periodo che erano delle mele e delle arance appuntate di chiodi di garofano e riposte in ceppi di rami di piante sempre verdi insieme a grano e farina. Arance e mele rappresentavano il sole, i sempreverdi l’immortalità, il grano il raccolto e la farina l’abbondanza e la luce.

LA tradizione di Yule prevedeva la raccolta del famoso tronco che di solito veniva effettuata dal capofamiglia. oppure doveva essere donato ma mai comprato. Il legno tradizionale era quello di frassino, prima di venir messo sul fuoco veniva cosparso di sidro e farina. Doveva durare tutta la notte.Tempo di rinascita  e rinnovamento. Approfittiamo di questo momento per abbandonare ciò che di vecchio e stantio c’è nella nostra vita.  Chiediamo alla Dea Madre di aiutarci a superare le vecchie avversità per concederci un nuovo cammino giusto ed equilibrato.

Simbolismo di Yule:
Rinascita del Sole, La notte più lunga dell’anno, il Solstizio d’Inverno, Introspezione, pianificazione per il futuro.

Simboli di Yule:
Tronco di Yule, o piccolo ceppo di Natale ( frassino, pino o abete, a cui farete tre fori dove inserire le candele cospargetelo di birra o sidro farina e poi le accendete) con 3 candele una rossa una verde e una bianca ( rappresenta la stagione); verde,oro e nero ( rappresentano il Dio);bianco, rosso e nero (rappresenta la Dea), rami sempreverdi o corone, agrifoglio, vischio appeso nei portoni, candele  oro, cesti di  frutta tempestate di chiodi di garofano , una pentola  di Wassail, stelle di Natale, cactus di Natale.

Erbe di Yule:
Cardo, sempreverde, incenso, agrifoglio, alloro, vischio, quercia, pino, salvia, cedro giallo.

Gli alimenti di Yule:
Biscotti e torte di cumino imbevuti di sidro, frutta, noci, piatti di maiale, tacchino, zabaione, tè allo zenzero, sidro speziato, Wassail, o lana di agnello (birra, zucchero, noce moscata, mele al forno).

Incenso di Yule:
Pino, cedro, cannella.

Colori di Yule:
Rosso, verde, oro, bianco, argento, giallo, arancio.

Pietre di Yule:
Rubini, granati, smeraldi, diamanti.

Attività di Yule:

Bruciare il ceppo natalizio, decorare l’albero di Yule, scambio di regali, baciarsi sotto il vischio in onore del Dio Sole

Incantesimi di Yule per:
La pace, l’armonia, l’amore, e una maggiore felicità.

Le piante caratteristiche per questa festività, come abbiamo già detto e spiegato sono i sempre verdi come il rosmarino, il pino,l’ alloro, il ginepro e il cedro ecc. Con esse, potrete addornare il vostro altare e  deporle intorno al cerchio magico. Logicamente, l’altare, potrete addornarlo come più vi piace seguendo la vostra ispirazione del momento. Potrete deporvi foglie secche, frutta di stagione… ogni idea sarà sicuramente ben accetta dalla Dea e dal Dio.

Posizionate il vostro calderone (in mancanza di questo potrete comunque sostituirlo con una candela di colore rosso. ) nella parte  bassa centrale dell’altare che risulta vicino a voi.Preparate il tutto con cura e posizionate tutti gli strumenti con ordine  l’incensiere al centro ( potrete utilizzare incenso di rosmarino, mirra, cedro, ginepro), le candele o la candela dentro il calderone (o dentro una bella ciotola di terra cotta o qualsiasi altro materiale purchè non infiammabile).

Credo sia meglio fare uno schemino:

DISPOSIZIONE DELL’ALTARE

Parte destra                 Centro                          Sinistra

Dea*                               Entrambi                          Dio*

—————                 Incensiere                —————–

Ciotola                       Candela rossa                Ciotola

d’acqua                                                                      di sale

Coppa                          Pentacolo                       Incenso

———-                         Calderone                         ————-

——              o materiale per gli incantesimi   ——-

Bacchetta                                                                Coltello

Campane                                                                  Bolline


* per quanto concerne la Dea ed il Dio potrete porre o degli oggetti che li rappresentino o delle candele che li rappresentino.


E’ stottointeso che prima di fare tutto ciò è bene purificare l’ambiente in cui dovrete operare. Adesso create il cerchio magico.

Recitate il canto di benedizione:

<<Possano i poteri dell’Uno,

La fonte di tutto il creato,

Onnipresente, onnipotente, eterno;

Possa la Dea, La Signora della Luna;

Ed il Dio, Cacciatore Cornuto del Sole;

Possano i Poteri degli Spiriti delle Pietre,

Sovrani dei Regni Elementali;

Possano i poteri delle Stelle sopra e della Terra sotto,

Benedire questo luogo e questo momento.

E me che sono con Voi! >>

Invocate ora la Dea:

<Misericordiosa,

Tu che sei regina degli Dei,

Luce della Notte,

Creatrice di tutte le cose selvagge e libere;

Madre delle donne e degli uomini;

Amante del Dio Cornuto e protettrice di tutti i Wiccan:

Discendi, Ti Prego!

Con il tuo raggio di Potere Lunare

Qui nel mio Cerchio! >>

Invocate il Dio:

<<Dio Luminoso,

Tu che sei Re degli Dei, Signore del Sole,

di tutte le cose selvagge e libere

Padre delle donne e degli uomini;

Amante della Dea della Luna e protettore di tutti i Wiccan

Discendi, Ti Prego!

Con il tuo raggio di Potere Solare

Qui nel mio Cerchio!>>

Adesso mettetevi danìvanti alla candela o al calderone e fissate la fiamma o l’interno del calderone. Pronunciate queste parole:

<<  Io non soffro, sebbene il mondo sia avvolto nel sonno.

Io non soffro, sebbene soffino i venti ghiacciati.

Io non soffro, sebbene nevichi forte e a lungo.

Io non soffro, anche questo presto passerà >>.

Accenderete il calderone o la candela ( o con dei fiammiferi lunghi o con un altra candela). Mentre si sollevano le fiamme direte queste parole:

<< Accendo questo fuoco in tuo onore,Dea Madre.

Tu hai creato la vita dalla morte, il calore dal freddo.

Il solo rivive ancora; il tempo della luce aumenta.

Benvenuto, Dio del sole che fai sempre ritorno!

Benvenuta, Madre di tutto!>>

Adesso girate intorno al cerchio in senso orario e dite più volte:

<< La ruota gira,

Il Potere risplende>>.

Pensate e meditate sul sole e le energie che l’inverno ha celato non solo nella natura, ma anche dentro di noi. Immaginiamo questo momento come una rinascita  che ci fa andare avanti mentre tutto continua in maniera naturale  prendendo una via diversa,la via del giusto, la via del nuovo. Bisogna sempre tenere presente  ciò che di sbagliato abbiamo commesso e quindi imparare da questi errori affinchè il nostro cammino ci conduca nella via della maturazione e della crescita.

Fermatevi di fronte al calderone e alla candela e date il vostro benvenuto al Dio:

<< Dio del Sole,

Io do il Benvenuto al Tuo ritorno,

Che tu possa risplendere luminoso sulla Dea;

Che tu possa risplendere luminoso sulla Terra,

Spargendo semi e fertilizzando il terreno.

Che tu sia benedetto,

Oh Dio del Sole rinato!>>

Adesso potete operare magicamente quindi compiere il rito che avete scelto per la vostra situazione. Finito di celebrare il rito celebrate il Piccolo Banchetto:

Sollevate al cielo la coppa con del vino all’interno o un altro liquido con entrambe le mani e dite:

<<  Dea dell’abbondanza e di misericordia,

Benedici questo vino ed infondilo del tuo amore.

In vostro nome,

Dea Madre e Dio Padre,

Io benedico questo vino>>( può essere succo di frutta, acqua birra cio ke piu vi piace).

Adesso sollevate al cielo un piatto di dolci ( pane, biscotti volendo li potreste confezionare voi per l’occasione)con entrambre le mani:

<< Oh potente Dio del raccolto,

Benedici questi dolci

ed infondili del tuo amore.

In vostro nome,

Dea madre e Dio Padre,

Io benedico questi dolci ( o questo pane)! >>

Adesso potete congedare il cerchio :

<< Addio spirito del nord,

Io ti ringrazio

per essere stato qui presente.

Ritorna a potere>>.

Si ripeterà per tutti i punti cardinali.

Buon Yule a tutti quanti!!! ( ricordatevi che potrete sprigionare la vostra fantasia anche nella invocazioni ovvero potrete scriverne delle vostre o sceglierne altre che vi ispirano maggiormente. Io vi ho solo dato una traccia da seguire  << presa dal praticante solitario di Scott Cunningham >>… l’istinto, ciò che vi viene sprigionato da dentro è sempre la miglior strada da seguire).

Advertisements

Scrivi qui il tuo commento, grazie!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: