Amuleto contro il malocchio la mano di Fatima


https://i0.wp.com/www.caramannagioielli.it/img/prodotti/AA010%20Ciondolo%20Simboli%20Mano%20di%20Fatima.jpg

Questo piccolo amuleto lo fabbricherete voi.  La fantasia in certe situazioni è sempre bene accetta per quanto riguarda la linea decorativa.Il materiale di cui avrete bisogno è

  • a vostra scelta cartone pesante, metallo o legno;
  • un anellino da ciondolo
  • delle perline (del colore dei pianeti di cui desiderate la protezione)
  • una catenella o una cordicella;
  • colori per dipingere il ciondolo (il colore che sceglierete è quello favorevole al vostro segno zodiacale).

Quello che dovrete fare è ritagliare nel cartone (o nel metallo o nel legno.. questo dipende dal vostro gusto personale) un ciondolino a forma di mano.

All’altezza del polso con un punteruolo vergine (quindi mai utilizzato) creerete un piccolo foro in cui inserirete un anellino che servirà per appendere la vostra manina ad una cordicella o ad una catenella.

A questo punto prendete di nuovo il punteruolo e forate anche le dita in cui appenderete una fila di perline che sceglierete in base ai colori dei pianeti da cui desiderate protezione. Prendete il colore che è abbinato al vostro segno zodiacale e colorate la manina e lasciatela asciugare.

Questo ciondolo andrà consacrato invocando per sette notti successive la protezione degli astri e dei pianeti maggiori avendo cura di lasciarlo fuori  (sul davanzale della finestra o su un balcone) sotto l’influsso delle stelle nella settimana del plenilunio.

Questo ciondolo vi proteggerà dal malocchio e apporterà beneficio nella vostra vita.

Questo amuleto dovrà essere sempre con voi, percui non dovrete mai perderlo di vista. Qualora decidiate di toglierlo per lavarvi, posatelo in un superficie di metallo con le dita orientate verso nord. Inq uesto modo sarà sempre sottoposto al magnetismo polare dell’asse terrestre.

AMULETO DEL VANGELO DI S.GIOVANNI.


Prendete un foglio di pergamena vergine o un foglio di colore bianco. Taglierete un quadratino non piccolissimo il tanto di scriverci all’interno i primi versetti del Vangelo di S.Giovanni:

1.In principio era il Verbo,

il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio.

2.Egli era in principio presso Dio:

3.Tutto è stato fatto per mezzo di lui,

e senza di lui niente è stato fatto di tutto ciò che esiste.

Avvolgete adesso questo quadratino e inseritelo in un cuoricino di panno rosso. Questo amuleto dovrà essere appuntato ad un indumento in modo che possa stare a stretto contatto con la vostra pelle. Tenetelo lontano dalla vista di occhi indiscreti.Il rosso della stoffa  ha un valore protettivo abbastanza potente. Per allontanare il malocchio questo colore veniva particolarmente utilizzato dai contadini- allevatori i quali, per evitare che il male attaccasse i propri capi di bestiame, legavano attorno al capo di questi ultimi un nastro di colore rosso.

AMULETO DEL VANGELO DI S.GIOVANNI.


Prendete un foglio di pergamena vergine o un foglio di colore bianco. Taglierete un quadratino non piccolissimo il tanto di scriverci all’interno i primi versetti del Vangelo di S.Giovanni:

1.In principio era il Verbo,

il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio.

2.Egli era in principio presso Dio:

3.Tutto è stato fatto per mezzo di lui,

e senza di lui niente è stato fatto di tutto ciò che esiste.

Avvolgete adesso questo quadratino e inseritelo in un cuoricino di panno rosso. Questo amuleto dovrà essere appuntato ad un indumento in modo che possa stare a stretto contatto con la vostra pelle. Tenetelo lontano dalla vista di occhi indiscreti.Il rosso della stoffa  ha un valore protettivo abbastanza potente. Per allontanare il malocchio questo colore veniva particolarmente utilizzato dai contadini- allevatori i quali, per evitare che il male attaccasse i propri capi di bestiame, legavano attorno al capo di questi ultimi un nastro di colore rosso.

Programma di Astrologia.


https://i1.wp.com/zaytsev.com/George_Bush_Jr_horoscope.jpg

Per tutti gli appassionati di astrologia, potete scaricare questo programmino molto carino che vi sarà di grande aiuto. E’ un programma abbastanza completo ed oltre al tema natale, potrete trovare anche l’oracolo dell’ I-Ching . Ci sono tantissime opzioni quindi scaricatelo e scoprite voi tutte le varie cosine carine che mette a vostra completa disposizione.

Clicca QUI  per scaricarlo.

Anche in questo caso dovrete (come per cronoXp) segnare le coordinate della vostra città. Per qualsiasi problema lasciate un commento. Purtroppo è in lingua inglese 😦

Rimedi dell’antica Sandalia ( Sardegna) pt 1 : Maschera viso purificante (MoonSophia)


http://t2.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcQoLUILWqBvRPE7bB0VitEOBhxp87K4itjqZSEx_ixx3LMg63k&t=1&usg=__UhIY7vJqzBCubMmoxaqJpv7CzRE=

L’antica saggezza insegna…..

Ecco a voi un rimedio semplice semplice , tratto dalla tradizione erboristica sarda e mediterranea ,per depurare la e lenire la nostra pelle .
Si tratta di una maschera viso per pelli grasse con tendenza acneica :
2 cucchiai di miele di Corbezzolo ( o millefiori …se non ce l’avete )
1 cucchiaio di succo di limone ( possibilmente biologico )
1 cucchiaio di infuso concentrato di rosmarino

 

 

Il miele , come ben sapete , è un ottimo aiuto per la pelle ..ha proprietà lenitive , emollienti ..insomma fantastico ( io lo adoro e lo uso spesso e volentieri come detergente insieme alle farine di ceci e riso ) ..
Delle proprietà del rosmarino ne abbiam parlato abbondantemente nel topic riguardante la salvia e il rosmarino che trovate QUI ..dunque andate a darvi una ripassatina
Il limone è un componente prezioso , antibatterico , cicatrizzante e schiarente per le macchie ..per chi ha la pelle acneica è proprio l’ideale .
Io consiglio però di non usarlo completamente puro ( solo limone e basta ) perchè potrebbe irritare la pelle , specialmente alle streghette dalla pelle di bimba molto sensibile ..io lo uso sempre all’interno di maschere o tonici per il viso , come succo puro o olio essenziale ..che ha un profumo delizioso .
Se il limone dovesse darvi fastidio , diminuite pure la dose ..e quindi mettete mezzo cucchiaio di succo di limone . Se l’impasto dovesse venire troppo liquido perchè magari avete messo il miele millefiori al posto di quello di corbezzolo che è più solido , potete aggiungere un pò di amido di riso o di mais per addensare il tutto …altrimenti una volta che lo spalmate sul viso vi cola tutto .
Quindi come procedere? In una ciotolina mettere il miele , il succo di limone e mescolare bene . A parte preparate un infuso molto concentrato di rosmarino mettendo infusione in un mezzo bicchiere di acqua bollente , 4-5 cucchiaini di rosmarino essiccato ( che potete trovare in erboristeria ) o fresco ( 5 o 6 rametti ) raccolto nel suo periodo balsamico ..ovvero il periodo in cui la pianta medicinale raggiunge la massima concentrazione di principi attivi ,che per il rosmarino si aggira intorno al periodo primavera-estate . Lasciate in infusione per 10-15 min ..dopodichè prelevate un cucchiaio di questo infuso e aggiungetelo al miele e limone ..mescolate e amalgamate il tutto con cura , fino a quando non ottenete una sorta di “pasta” omogenea e spalmabile . stendete il prodotto su tutto il viso e lasciate in posa per 1 oretta circa .
Ovviamente assicuratevi che l’infuso non sia bollente ;)))
Dopodichè sciacquate abbondantemente con acqua tiepida e lavate il viso possibilmente con un sapone non molto aggressivo , come il sapone di aleppo ..che io AMO TANTISSIMO .
Riportate poi il ph della vostra pelle a valori fisiologici ( intorno ai 5.5 ) usando un tonico ..potete usare benissimo il restante infuso di rosmarino che avete preparato aggiungendo però per acidificare mezzo cucchiaino di aceto di mele o qualche goccia di succo di limone ( 4-5 gocce) , dopodichè mettete la crema idratante .
Dopo questo trattamento la vostra pelle vi ringrazierà all’infinito XD

 

un bacio
Moon Sophia

Fasi Lunari mese di Novembre 2010.


http://t3.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcR5bvMQ9iRpMuFpSstZ1oTxnuv5Qe3GvPvct0dW_TPvWrq_Vkc&t=1&usg=__KIE9s-YsvF59KBDQAZosgFHwSbY=

2 Novembre 2010 h 18.33 circa Falce Calante

6 Novembre 2010 h 5.52 circa Luna Nuova

9 Novembre 2010 h 16.22 circa Falce Crescente

13 Novembre 2010 h 17.37 circa Primo Quarto

17 Novembre 2010 h 22.56 circa Luna Crescente

21 Novembre 2010 h 18.29 circa Luna Piena

25 Novembre 2010 h 14.55 circa Luna Calante

28 Novembre 2010 h 21.37 circa Ultimo Quarto

Differenza tra Vuoto Lunare e Luna Nera (o Nuova).


woman

Un vuoto di Luna accade  ogni 2 giorni circa. Ciò avviene quando  la Luna termina la sua posizione rispetto ad ogni altro pianeta,prima di entrare in un nuovo segno. Dura poche ore, cioè  fino a quando  tutti gli altri pianeti si trovano nei primi gradi. Quindi in questa precisa fase la Luna non si trova in nessuna casa. E’ bene non operare mai  quando si presenta tale avvenimento in quanto non si realizzerà alcun tipo di rituale  o impresa che deciderete di intraprendere. Questa fase di Luna (che come abbiamo detto dura solo poche ore) è utile per rilassarsi e meditare. Per calcolarlo occorre un programma di Astrologia.

http://sphotos.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-ash2/hs576.ash2/149828_166176120073524_115435715147565_441290_3545142_n.jpg

Dire Luna nera o nuova è la stessa identica cosa. Quando la Luna è nera succede che nel cielo ella non compare. Il motivo è semplice perchè si allinea con la Terra e  il Sole sullo stesso piano. Percui noi dalla Terra vediamo la parte non illuminata perchè la luce del Sole, essendo molto più forte la nasconde. Man mano che la Luna si sposta verso Est la sua faccia diventerà sempre più grande ogni giorno che passa fino a diventare del tutto illuminata. Dopo questa fase  ci sarà subito quella crescente!

E’ una fase di rinnovamento quindi possono essere effettuati tutti quei rituali  atti a dare una svolta decisiva ad un determinata situazione che riguarda il campos entimentale, economico, lavorativo e così via. Questa fase  da la possibilità di coltivare qualcosa e farle fare un salto di qualità sia in positivo che in negativo (chiusura.. intendo negativo nel senso che ogni fine apporta dolore ma ciò non vuol dire che non sia utile o necessaria).