Archivi Mensili: febbraio 2008

Candele e riti


Le candele, sono un mezzo molto importante e utile per quanto concerne la divinazione, con esse possiamo svolgere vari tipi di lavori in campo magico per la risoluzione dei nostri problemi. Infatti esse possono aiutarci ad illuminare in nostro cammino qualora ci ritrovassimo bloccati in un particolare momento evolutivo in cui tutto sembra difficile senza sbocco. In realtà, in queste situazioni, ci stiamo preparando per andare avanti.
Possono favorire l’armonia di coppia e le conquiste, aumentare il nostro
prestigio, ricucire i dissidi, aiutarci a trovare una strada più concreta. Inoltre sono anche in grado di purificare ilcorpo e ravvivare le nostre funzioni vitali.

Basta scegliere il colore, la fase lunare e il giorno adatti per poter svolgere il rituale più affine alle nostre esigenze.

Se si presta un attimo di attenzione, non ci vuole molto per capire che il loro  percorso  è identico alla nostra esistenza:
Cominciano a vivere quando si accendono (proprio come noi al momento della nascita). Man mano che bruciano si consumano (come noi che lentamente cresciamo fino ad invecchiare) e alla fine si spengono (come noi che abbandoniamo il mondo terreno per avviarci verso un’altra vita (reincarnazione) o verso l’illuminazione eterna).

Contengono i quattro elementi vitali (come noi):

  • la Terra rappresentata dalla cera solida;
  • l’Acqua rappresentatadalla cera liquida;
  • il Fuoco rappresentato dalla fiamma;
  • Ed infine l’Aria che è ciò che consente loro di vivere.

La candela è il simbolo dell’evoluzione per eccellenza  e la sua luce rappresenta la vita, la conoscenza e la libertà. Sognare di accendere una candela per esempio o  vedere ardere molte candele significa speranza e buone premesse per i tempi futuri.

 LA PREPARAZIONE:

 

Ciò che dovete fare per iniziare è non aver fatto sesso
nelle 24 ore precedenti (questo farebbe disperdere energie preziose), poi è importante purificarsi con un bel bagno rilassante aggiungendo nell’acqua del sale marino integrale o meglio ancora l’acqua di mare.
Indossate indumenti puliti realizzati in fibre naturali (lino, cotone seta). Anche la stanza in cui farete il rituale deve essere pulita (non solo nel senso effettivo del termine, ma anche a livello energetico. Sarebbe meglio fare delle fumigazioni o dei bagni con acqua e basilico o salvia), ben areata e silenziosa.

A questo punto si disporrà  su un tavolino tutto l’occorrente necessario per il rituale come :

  • L’incenso;
  • Un incensiere,
  • Una ciotolina che contenga olio
    essenziale;
  • Fiammiferi;
  • Almeno 3 candele colorate nuove, quindi comprate appositamente per questa cerimonia.

 

* Per quanto concerne incenso e olio ovviamente  dovranno essere quelli idonei per il rituale che avete intenzione di compiere.

 

COME SI SVOLGE IL RITUALE:

Prendete l’incenso ed accendetelo. Stendete le
candele su un foglio di carta alluminio,ungerle una per una
di olio essenziale ( mentre fate questa operazione abbiate cura di sollevarle ponendole sopra l’incenso in modo tale che il fumo  possa avvolgerle con la sua fragranza.

Ora le accenderete rivolgendo una preghiera all’Angelo o all’Arcangelo del giorno, chiedendogli il favore di aiutarvi a realizzare il desiderio che vi sta a cuore. E’ scontato che non potete chiedergli nulla che sia ingiusto, immorale o contrario ai sentimenti degli altri: se per esempio una persona non vi ama, potrete diventare sua amica, ma non riuscirete aspostare verso di lui un affetto che è già di qualcun altro.Potete rivolgere questi pensieri anche alle energie o al Universo, ognuno deciderà da se a chi destinare le proprie richieste.

 

DOPO LA CELEBRAZIONE:

Il rito non ha una durata prefissata, perché dipende solo da
voi e dall’intensità con cui riuscirete ad abbandonarvi alla preghiera e alla meditazione. Dopo che avrete fatto il rito e quindi pregato e meditato per la realizzazione del vostro desiderio, può accadere che le candele non si siano totalmente consumate. A questo proposito le dovrete spegnere voi o con un bicchiere rovesciato o con l’apposito attrezzo spegni candela. Raccoglierete tutto ciò che è rimasto e lo getterete in un corso d’acqua. Nei 28/30 giorni successivi dovrete cercare di non essere troppo ansiosi rispetto alla vostra richiesta: è probabile che quando vi sarete quasi dimenticati di essa, qualcosa vi dirà che siete stati esauditi.

 

 

PRESTATE SEMPRE ATTENZIONE ALLA FASE LUNARE.

Per eseguire il rito con le candele, occorre scegliere una
fase lunare adatta ai vostri desideri.

La Luna Nuova o anche Luna Nera è in sintonia con i riti di purificazione, poiché ne amplifica l’effetto per tutto
l’arco della lunazione, ed influisce sulle azioni compiute nel giorno del
novilunio. La “luce nera” ci rimanda al principio del concepimento, che avvieneper l’appunto al buio.

La Luna crescente dura circa due settimane, durante le quali
l’energia lunare accresce la forza vitale e il magnetismo terrestre: sono
giorni propizi per i riti relativi ad azioni che hanno bisogno di
concretizzarsi rapidamente.

La Luna Piena è la fase più idonea per indirizzare il rituale
su ciò che si ritiene più importante per se stessi, poiché in essa trova
completa maturazione ciò che è stato concepito e sviluppato durante le fasi di Luna Nuova e Luna Crescente.

La Luna Calante può essere utilizzata per far regredire un
problema di salute, per eliminare ostacoli, per mettere a tacere dei pettegolezzi. Si tratta dunque di un momento ideale per svolgere un rito che preveda un tempo di realizzazione lungo e risultati duraturi.

 

PRESTATE ATTENZIONE ANCHE AI GIORNI DELLA SETTIMANA.

In base al desiderio da esaudire bisogna scegliere il giorno
della settimana adatto alla propria richiesta, con i suoi abbinamenti col
pianeta e l’Angelo che lo governano, i colori, gli oli essenziali e gli
incensi.

Ecco a voi l’elenco dei giorni della settimana e ciò che li
caratterizza:

Lunedì: giorno della Luna

Arcangelo:
Gabriel

Angelo: Gabriel

Segno zodiacale:
Cancro

Colori: bianco,
azzurro, verde pastello

Oli essenziali:
sandalo, gelsomino

Incensi:sandalo,
zenzero, gelsomino.

 

Questo è un giorno
molto propizio alle donne e a tutto ciò che le riguarda, dalle relazioni
sentimentali al concepimento di un figlio. Per ciò che attiene al fisico delle
persone di entrambi i sessi, agisce su tutto il sistema ghiandolare,
dall’ipofisi in giù, sull’occhio sinistro, sulla vista e sui disturbi nervosi.

 

Martedì: giorno di marte

Arcangelo:
Khamael

Angelo: Zamael

Segni zodiacali:
Ariete e Scorpione

Colori: rosso,
bordeaux

Oli essenziali:
pepe, timo, peperoncino

Incensi: pepe
nero, geranio, ortica

 

Il secondo giorno
della settimana è consigliato per i riti che propiziano la rigenerazione, la
conquista, la protezione dai pericoli. Sul piano fisico, esercita la sua
influenza sull’apparato digerente, la vista, i muscoli, la pelle, il sangue, la
febbre e l’ictus.

Mercoledì :giorno di Mercuri

Arcangelo:
Michael

Angelo: Raphael

Segni zodiacali:
Gemelli e Vergine

Colori: giallo
vivo, verde marcio e marroncino

Oli essenziali.
Anice, cumino e finocchio

Incensi:
cannella, lavanda, camomilla

 

E’ un giorno molto
adatto per le attività intellettuali e le varie forme di comunicazione, compresa
quella telepatica, oltre a favorire particolarmente i giovani e la soluzione
dei loro eventuali problemi scolastici. Le parti del corpo più sensibili in
questa giornata sono la tiroide e le paratiroidi, la voce, la bocca, compreso
il movimento della lingua, spalle, braccia e mani.

 

 

Giovedì: giorno di Giove
.

 

Arcangelo: Tzadiquel

Angelo:Sachiel

Segni zodiacali: Sagittario e Pesci

Colori: blu, turchese, viola

Oli essenziali: cedro, noce moscata

Incensi: cedro, menta, benzoino, zafferano

 

Questa giornata può
incrementare solo quello che già abbiamo. Con riferimento al corpo, sono
interessate tutte le attività fisiche, mentali e spirituali, nonché l’epifisi e
il grasso in eccesso.

Venerdì: giorno di Venere

 

Arcangelo:Haniel

Angelo: Anael

Segni zodiacali:
Toro e Bilancia

Colori: verde e
rosa

Oli essenziali:
Mirto, rosa e verbena

Incensi: rosa,
fiori d’arancio, mela

 

 

E’ un giorno ideale
per potenziare la perfezione fisica, l’armonia, la bellezza, l’arte, il
matrimonio, la pace familiare, la fecondità di tutti gli esseri viventi. E’
molto stimolante per le donne. Dal punto di vista fisico sono interessati gli
organi sessuali, le ghiandole, l’addome, la schiena, la vescica e i reni.



Sabato: giorno di Saturno

 

Arcangelo:
Tzaphqiel

Angelo: Cassiel

Segni zodiacali:
Capricorno ed Acquario

Colori: verde
scuro, marrone scuro, nero

Oli essenziali:
cipresso

Incensi: mirra,
muschio, tarassaco

 

Considerando il
pragmatismo di Saturno, la giornata è all’insegna della stabilità, e favorisce
sia l’autocontrollo nelle situazioni difficili sia ciò che riguarda case e
terreni. Sono legati al Sabato le ghiandole surrenali e la prostata, i denti,
il naso, l’intestino, lo scheletro, le gambe ed i reumatismi.



Domenica:il giorno del Sole


Arcangelo:
Raphael

Angelo: Mikael

Segno zodiacale:
Leone

Colori: oro,
giallo e arancione

Oli essenziali:arancio,
cannella

Incensi: olibano,
zafferano, alloro

 

Essendo dominato dalle
correnti solari, questo giorno sarà molto efficace per i riti dedicati
all’avanzamento nella carriera, e alle iniziative legate alla vita sociale e al
prestigio. Riguardo al corpo, agisce su timo, cuore, pressione, polmoni,
bronchi e occhio destro.

 

 

L’IMPORTANZA DEI COLORI.Arcobaleno

I colori delle candele sono molto importanti in quanto
saranno il vostro filo conduttore per permettere la realizzazione di ciò che vi
sta a cuore. E’ proprio il colore che attiverà il collegamento con il pianeta,
il segno zodiacale e le entità angeliche. Ricordatevi che le candele debbono
essere almeno tre. Perciò solo a questo punto siete realmente pronti x
effettuare il rito che sia più consono al vostro problema.

Adesso qui vi elencherò i significati dei diversi colori.

 

 

NERO: per
purificare se stessi e l’ambiente.

Questo non colore racchiude in se due significati,
simboleggiando da un lato le radici, i cristalli, le sorgenti d’acqua
sotterranee che si trovano nell’oscurità, poiché dal nero si genera la vita e
la luce. Però può anche esprimere depressione o lutto.

Perciò prima di iniziare un rito sarebbe bene accendere una
candela di colore nero, in modo tale che assorba tutte le eventuali negatività
circostanti: sarà come spazzare il pavimento prima di lavarlo.

 

BIANCO: per
migliorare la propria salute.

Esprime innocenza, spiritualità, la luce interiore. Ma può
essere anche un segnale di indebolimento, perché in genere si diventa pallidi
quando si affronta una situazione stressante sul piano fisico ed emotivo, che
poco  a poco debilita. Questo colore di
solito aiuta a stare bene, dunque è consigliabile usarlo quando ci sono dei
malesseri da risolvere.

 

BLU-AZZURRO: per
evolversi interiormente
.

Il blu richiama il cielo stellato, mentre l’azzurro è lo
specchio del nostro inconscio, perché si rifà alla vastità della nostra
dimensione interiore. Entrambi giovano ai problemi della gola e della pelle,
all’emicrania, al mal di denti, all’insonnia, e invogliano a vivere secondo le
esigenze dello spirito, dando loro la precedenza.

 

VERDE: per avere
fortuna e rigenerarsi.

 

E’ collegato alla natura che si rafforza, alla crescita
interiore, al ritorno della salute, richiamando sempre e comunque la
prosperità. Può aiutare la circolazione sanguigna, ed essere efficace nei casi
di problemi alle vie respiratorie.

 

GIALLO-ORO: per
sviluppare la creatività.

Il giallo riflette il potere della mente, l’intelligenza,l’immaginazione.
L’oro invece ci parla della bellezza della nostra indole non ancora rivelata.
Può dare benefici alla vista, oltre che nei casi di ulcera gastrica e cattiva
digestione.

 

ROSA: per i
problemi sentimentali.

E’ il colore dell’amore e del romanticismo per eccellenza.
Lo si usa per appianare i problemi di coppia o con le persone care.

 

ROSSO: per fare
il pieno di energia
.

E’ l’emblema dell’intraprendenza, del coraggio e della
potenza sessuale. Protegge contro i nemici e le malattie, spingendoci a reagire.
Può essere utile nei casi di debolezza fisica, carenze vitaminiche o problemi a
livello sanguigno.

 

GRIGIO: per
frenare gli eccessi.

E’ un colore legato all’inconscio, che svela indecisione,
incertezza, mancanza di entusiasmo. Proprio per questo può tornare utile nel
tenere a bada il superamento della giusta misura.

 

 

MARRONE: per
favorire la concretezza.

 Richiama la Terra , il legno, gli stretti legami con la
realtà. Per questo ci dona una visione lucida delle diverse situazioni,
soprattutto nel campo del lavoro.

 

 

ARANCIONE: per ritrovare il
buonumore.

 

E’ una tonalità calda, legata alla forza della natura dell’energia
solare, insieme al potere occulto e alla ricerca interiore. Stimola in modo
equilibrato sia il corpo che la mente, beneficiando il sistema immunitario e l’apparato
genitale.

 

 

VIOLA: per
essere più introspettivi.

 

Induce alla riflessione, spinge al sacrificio per amore
degli altri e a ridimensionare il proprio ego. Può aiutare ad uscire dalle
dipendenze di vario tipo, siano quelle dell’alcool e della droga, oppure quelle
degli amori sbagliati che ci fanno soffrire ma che non riusciamo a troncare.
Inoltre, aiuta nei casi di insonnia, solleva dagli incubi e dai pensieri
ossessivi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: