Come si prepara la lanterna di Halloween?


Tanti sono i fai da te da  poter creare per la notte di  Samhain (Halloween). Sicuramente il segno simbolo di questo giorno è  la zucca intagliata. 

In questo articolo, spiegherò come poter realizzare, con un pò di fantasia e pazienza, una perfetta zucca di Halloween da esporre sul davanzale della vostra finestra.

In questo modo, potrete illuminare il cammino delle anime che vagano nel buio e non riescono adarsi pace!!!

Occorrente:
Per preparare una zucca di Halloween avrete bisogno delle seguenti cose:

  1. Una zucca arancione
    panciuta
  2. Un coltello ben affilato e
    aguzzo, possibilmente dalla lama lunga. Un normale coltello da carne può
    andar bene, se la scorza della zucca non è eccessivamente dura.
  3. Un grosso cucchiaio. Degli
    spilli o delle forbicine con le punte aguzze e sottili.
  4. Un foglio di carta.
  5. Un pennarello nero.
  6. Una candela.
  7. Se volete imitare l’immagine sopra,  procuratevi anche un trapano.

Una volta trovato tutto l’occorrente , potrete passare alla
lavorazione vera e propria.

Ecco a voi la spiegazione …..Buon lavoro!!!

Fase 1: Tagliate la parte della zucca situata
tutt’attorno al picciolo a mo di cerchio.
È importante che il taglio sia in diagonale, perché così poi sarà molto più
semplice riuscire a estrarre il “tappo” per poter svuotare la zucca.

Fase 2: Svuotare l’interno della zucca è la
parte più complicata e faticosa. L’interno è particolarmente fibroso, viscido e
ricco di semi (le famose “semenzine”). Con un cucchiaio lungo è
possibile riuscire ad arrivare a scavare anche il fondo. La cosa importante da
ricordare è che non è sufficiente cercare di togliere i semi e le fibre, ma è
consigliabile raschiare leggermente le pareti, in modo che risultino pulite ma
ancora morbide e umide. Questo farà sì che non dovremo preoccuparci di lasciare
una candela accesa all’interno della zucca anche per diverse ore. Esistono
diversi tipi di zucche arancioni con un contenuto piuttosto differente: se
siete fortunati trovate un interno con poca polpa e pochi semi, se siete sfortunati, invece, potete trovare l’interno completamente pieno e la procedura di svuotamento può richiedere parecchiotempo.

In ogni caso, appena l’interno della zucca sarà bello liscio e cavo,potremo procedere alle fasi successive della lavorazione.

Ricordate che della zucca non si getta via nulla, con la polpa potrete far delle belle ricettine, mentre i semi potrete essiccarli e piantarli oppure potete fare i fasmosi bruscolini. E’ buona abitudine per noi streghe conservare alcuni semi per poi piantarli in primavera.

 

Fase 3:Ora bisogna decidere che tipo di “volto” dare alla zucca. Possiamo procedere in due modi: o disegnare con una matita direttamente sulla superficie esterna della zucca facendo dei tentativi,o disegnare varie facce su un foglio, decidendo in seguito quale applicare.
Dopo che abbiamo scelto uno dei disegnilo metteremo attorno alla superficie della zucca, nel punto che sembra piùliscio. Fatto questo, prendendo degli spilli lunghi o delle forbicine con la punta sottile e acuminata . Adesso faremo dei buchi attraverso il foglio dicarta e nella superficie della zucca in modo da creare dei punti di riferimento
per i tagli successivi.  Procedendo inquesto modo possiamo riprodurre con una ragionevole precisione il disegnooriginale. Infine togliamo il foglio.

Fase 4:
A questo punto ciò che rimane da fare è molto semplice: prendiamo il coltello e, possibilmente, con la lama seghettata (in modo da poter tagliare la dura scorza della zucca più rapidamente) dovremo collegare i punti di riferimento riproducendo il disegno della faccia, un po’ come si fa nella “pista cifrata” della Settimana Enigmistica.

 

Fase 5:
Prendete una candela bassa (altrimenti la bocca non verrà molto illuminata, dato che è
più in basso e all’altezza della “base”), possibilmente una tea light. Potete
metterla all’interno della zucca infilandola dall’alto, chiudere tranquillamente la zucca rimettendo il tappo al suo posto. Per accendere la candela, accendete un foglio di carta arrotolato e infilatelo nella bocca della zucca fino a dare fuoco allo stoppino. Non rimane che dareun’occhiata al risultato finale e poi mettere la lanterna in un punto in cui sia visibile , magari su un balcone che dà sulla strada o sul davanzale di una finestra che sia visibile dalla strada così che tutti possano ammirare la vostra opera d’arte.

 Felice Samhain!!!

Il Fenomeno Degli ORBS


Premetto che il mistero mi affascina notevolmente, così girovagando per internet ho avuto modo di scoprire un fenomeno di cui non avevo mai sentito parlare prima "Gli Orbs". Probabilmente alcuni ne avranno sentito parlare ma credo siano pochi a conoscere questo fenomeno e chi lo conosce è sicuramente appassionato di spiritismo e di occulto.
 Proverò a spiegarvi in breve cosa sono gli ORBS. Innanzittutto il significato italiano della parola è Globi di Luce, perchè è proprio così che si manifestano nelle foto. Esattamente questo fenomeno può essere visto solo attraverso le fotografie scattate tramite macchina tradizionale o digitale.Nonostante i diversi studi che sono stati effettuati, nessuno è riuscito a dare una spiegazione logica sulla natura di queste sfere di luce, per ora esistono solo delle ipotesi che dopo vi elencherò.

Vediamo ora cio che caratterizza le loro manifestazioni:

*Innanzitutto la loro presenza viene rilevata solo tramite l’uso del flash;

*All’aspetto sembrano essere sfere trasparenti di varie dimensioni e di varia densità, mostrano sempre una corona e un tenue nucleo che li fa assomigliare a diafane diatomee circolari; questa spiegazione è un po complessa ma se vedete le loro foto riuscirete a capire meglio.

*Come abbiamo gia detto prima possiamo rilevarli tramite le macchine fotografiche tradizionali (cioè quelle munite di rullino) e digitali;

*Ovviamente sono stati effettuati degli studi in laboratorio e nonostante, nello stesso luogo, vennero usate contemporaneamente due macchine fotografiche differenti, gli Orbs apparvero in entrambe le foto scattate e con le stesse dimensioni;

*Risultano numerosi in presenza di più persone;

*Logicamente esistono persone che riescono a percepire la loro presenza.  Esistono foto in cui vi sono persone che hanno lo sguardo indirizzato verso essi;

*Anche gli animali percepiscono la loro presenza.

Come dicevo all’inizio, su questo stranissimo fenomeno i ricercatori hanno fatto diversi tipi di studi e come al solito non è stata formulata una spiegazione logica che potesse determinarne l’origine. In base agli ORBS sono state fatte solo alcune ipotesi, ed ovviamente ci sarà chi ci crederà e chi no.
 Vediamo quali sono queste ipotesi:

*macchie di polvere sull’obiettivo fotografico
(tesi non valida poichè anche dopo la pulitura dell’obiettivo gli Orbs continuano ad essere rilevati);

*difetti specifici imputabili alle macchine fotografiche digitali (tesi non valida poichè gli Orbs compaiono anche su pellicola tradizionale);

*difetti o problemi di densità captativa dei sensori digitali
(tesi non valida poichè gli Orbs compaiono indifferentemente sia su sensori a bassa che ad alta sensibilità. La ripresa fotografica degli Orbs non dipende dal numero di pixel del sensore poichè sono stati fotografati da sensori di varia potenza in pixel – da 3,5 Mpixel a 8 Mpixel con gli stessi risultati di immagine);

*particelle di polvere in sospensione nell’aria, gocce di pioggia o insetti illuminati dal flash
(tesi non valida poichè le fotografie prese durante la pioggia hanno rivelato le gocce d’acqua come una immagine piena e in movimento. La stessa cosa avviene per gli insetti: anche in questo caso le immagini sono luminose, piene e in movimento. Nessuna di queste immagini ha somiglianza con le caratteristiche di base degli Orbs. Rimane l’ipotesi che possano essere particelle altamente riflettenti in stato di sospensione nell’aria);

*sfere di plasma energetico che si illumina alla luce del flash, così come accade per l’effetto di luminescenza dato dal neon;

*particelle energetiche catturate dall’atmosfera terrestre nel passaggio della Terra attraverso la coda tenue delle comete;

*entità extradimensionali
(intese come entità prodotte dall’attività tellurica del pianeta, entità disincarnate o creature di altre dimensioni);

*creature viventi di natura aliena che si sono trattenute nell’atmosfera del nostro pianeta dopo che questo ha incrociato la coda tenue di una qualche cometa;

*sonde di esplorazione di natura aliena;

*sonde di esplorazione temporale inviate dal futuro.

Sono certa che alcuni leggendo queste ipotesi si saranno messi a ridere. Sembrano delle ipotesi leggermente fantascientifiche, però io dico sempre provare per credere. Se qualcuno è curioso, può scattare delle foto in luoghi suggestivi e vedere se qualche Orbs ha deciso di farsi notare. Buona fortuna!!